God bless you! Allergie da polline e montagna


Abbiamo amici di gioventù (non troppo lontana, almeno per il momento) che hanno espatriato finendo a vivere nei deserti arabi dei beduini per sfuggire alle proprie allergie respiratorie.
Magari stiamo esagerando un po’ ma il senso rimane drammaticamente lo stesso: quando si soffre di allergia da polline si farebbe qualsiasi cosa per poter far scomparire i suoi fastidiosi sintomi (lacrimazione, gonfiore degli occhi, rinite, difficoltà respiratorie, sonno disturbato).
Figuriamoci quando questo problema affligge un bambino, dotato di minore pazienza e meno capace di capire.
Oltre ad attendere la fine della stagione “clou” cosa possiamo fare?
Un’idea potrebbe essere organizzare le vacanze e le gite in modo tale da trascorrere piacevoli giornate lontano dai fastidiosi pollini.
Utilizzando un valido link per individuare il calendario pollineo in Italia vediamo che le alpi diventano una zona franca dai pollini,rispetto alla pianura padana, per chi soffre di allergie a pollini di cupressacee in luglio,di urticacee in ottobre, di graminacee in gennaio, febbraio, novembre, dicembre, di oleacee in luglio.
Tra le gite che abbiamo fatto noi personalmente, in quota e con assenza di boschi che possono essere adatte sono l’andata al rifugio Grand Tournalent, all’Alpe Larecchio o al rifugio Cai Borgomanero.
Alcune hanno un beneficio netto dovuto alla quota superiore ai 2000 m, altre beneficiano dell’assenza di alberi d’alto fusto per ampie zone.

Navigando alla ricerca di informazioni a riguardo della (s)correlazione tra montagna e allergie abbiamo anche individuato un link che ci sembra interessante: si tratta di una valle, in Tirolo, dove per una serie di concause naturali la presenza dei pollini è notevolmente ridotta mitigando ancora di più i sintomi delle allergie.

Non bisogna dimenticare i fattori indiretti che diminuiscono i sintomi allergici: in montagna il miglioramento delle allergie che danno problemi respiratori è dovuto anche all’assenza di smog e di acari. Inoltre l’attività fisica che vi si svolge migliora lo stato dell’apparato respiratorio.

Buone vacanze, sperando che i sonni siano finalmente sereni

Annunci

2 risposte a “God bless you! Allergie da polline e montagna

  1. Ah, l’allergia… negli ultimi anni mi prende meno, ma da bambina era un disastro! Come capisco 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...